page-header

Nino Di Lecce

  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item

Io e la fotografia…

Il mio rapporto con la fotografia è stato per un certo periodo legato ai reportage, che normalmente si fanno in occasione di uscite, vacanze e ricorrenze varie. I primi approcci alla fotografia iniziano nei primi anni 70, quando mio fratello mi permetteva di prendere la sua YASCHICA a pozzetto (se non ricordo male era la Mat124), facendo così un po’ di esperienza nell’utilizzo di una reflex. Esperienza eccitante e coinvolgete da lasciare il segno!

Ma in occasione del mio matrimonio e quindi dell’imminente viaggio di nozze, acquisto per esigenze di immediatezza e velocità una Agfa instamatic, che userò per moltissimi anni.

Il mio lavoro nel campo delle telecomunicazioni mi teneva sempre molto impegnato e quasi sempre fuori casa, ma molto spesso capitava, nei momenti liberi a fine giornata, di ritrovarmi davanti ad una vetrina di fotocamere. Tante marche, tanti modelli… Affascinato correvano mille pensieri, ma dopo un po’, così come altre volte, rimandavo l’acquisto ed andavo via.

Ma c’è un tempo per tutto. Ero a Napoli sempre per lavoro, esco per un caffè e ad una bancarella noto una Zenit122 e, visto il prezzo conveniente, l’acquisto insieme ad altre 2 ottiche. Ed è così che ho abbandonato la mia Agfa per dedicarmi allo studio della fotografia con una reflex tutta mia.

Dopo questo acquisto, tentato dal fascino della meccanica, ho ampliato il mio parco macchine con l’acquisto di una Minolta X300 ed una Nikon F80, fotocamere che uso ancora tutt’oggi per i miei scatti analogici.

Anni ’80 di fermento, la tecnologia evolve, avanza in maniera preponderante, anche nel mio lavoro le centrali elettroniche sostituiscono le ‘non’ vecchie centrali elettromeccaniche, ma io dovrò aspettare gli anni 2000 per la mia prima fotocamera digitale.

Leggi di Più

  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item
  • gallery-item