Come calcolare l’iperfocale per avere la massima nitidezza

Ogni fotografo sa quanto sia importante la profondità di campo e quanto essa determini gli sviluppi più o meno interessanti di una fotografia. Ci sono delle volte che per esaltare il soggetto si preferisce aprire il diaframma per avere una profondità di campo molto ridotta, altre volte, invece, abbiamo bisogno che tutto quanto sia a fuoco e ben nitido all’occhio, come nella fotografia di paesaggio. La regola vuole che per avere una maggiore profondità di campo è fondamentale chiudere il diaframma dell’obiettivo, ma quando abbiamo soggetti in primo piano e uno sfondo molto lontano,specie se stai utilizzando un obiettivo tele-zoom (maggiore lunghezza focale corrisponde ad una minore profondità di campo ndr.), avere tutto nitido risulta impossibile. Come fare? Sicuramente avrai sentito parlare di “iperfocale”, ma allo stesso tempo ti sarai chiesto cos’è di preciso? Come calcolare l’iperfocale?

Se non sai come calcolare l’iperfocale o ancora ti risulta difficile, puoi sempre utilizzare siti internet come DOFmaster che ti aiutano nel calcolare esattamente l’iperfocale di ogni lunghezza focale e a qualsiasi apertura di diaframma.